• Lucia

Copiando s'impara

Aggiornato il: apr 30


Foglie dorate che scrocchiano sotto i passi, l'aria fredda, una candela accesa, la tisana con la menta raccolta in estate, i torcetti e il clafoutis alle pere. La seconda puntata del Bosco è stata una perfetta giornata di autunno inoltrato, quella cui penseresti se dovessi mettere tutto l'autunno in una cartolina. Ci siamo trovate attorno a un tavolo e abbiamo iniziato a condividere i progetti nati nell'ultimo mese, perché erano già tanti e tutti coloratissimi. Qualcuno ha portato pastelli simili a ciottoli, qualcun altro una vellutata di zucca e al gruppetto di donne creative si è aggiunto anche ScacciaPa', un meraviglioso drago azzurro che ha scacciato le paure creative di tutte noi.


Poi ci siamo messe a lavorare: abbiamo esplorato la genealogia creativa, il DNA che ci rende chi siamo ogni volta che iniziamo a raccontare una storia; abbiamo trovato poesie nascoste in pagine già scritte, ricombinando le parole e cancellando frasi; siamo partite da un incipit inventato da altri e dentro ci abbiamo trovato un po' di noi stesse. Alla fine, a coppie, abbiamo provato a imitare e a imitarci, per scoprire che la danza della creazione è frutto di gesti, fatica, qualche inciampo maldestro, molto imbarazzo e tantissime risate.

Poi abbiamo soffiato sulla candela, ci siamo tolte le pantofole e ognuno è ripartito a seminare e rubare bellezza in giro per il mondo.


Il bosco è il percorso di incontro con la creatività. Si tiene un sabato al mese, fino a maggio: puoi scegliere se iscriverti a tutto il percorso o a una o più giornate. La prossima volta lavoreremo insieme sullo sguardo e andremo a caccia di idee, vagabondando. Vieni anche tu?

0 visualizzazioni

© 2019 Lucia Gaiotto