top of page

Il Bosco - Retreat

Due giorni per esplorare la creatività tra i vigneti

komorebi-estate-branding-foto-marzia-allietta-9111.jpg

Dove: a Casa Angiolina, Govone (CN)

Quando: 22-23 giugno 2024

Costo: 172 euro 

possibilità di pagamento a rate su richiesta

Il percorso del Bosco ti affascina, ma abiti lontano oppure al momento non hai il tempo e le risorse necessarie per esplorarlo. Tuttavia, ti piacerebbe dedicare a te stessa uno spazio lento, di calma, in cui goderti questa esperienza. Ecco, la formula del ritiro è quella che fa per te. Ne organizzo uno l'anno, un weekend ogni volta con un tema diverso: chi vuole può pernottare in loco. È un modo per avvicinarsi alla scrittura, esplorare la creatività e farlo in un contesto di condivisione intima e di confronto gentile. Quest’anno saremo in mezzo ai vigneti in un antico casale settecentesco, con una splendida vista sulle Langhe e sul Roero. Ogni ritiro è l’occasione di dimenticare la frenesia e tornare a casa trasformata, almeno un po’. 

 

IL BOSCO RETREAT FA AL CASO TUO SE:

Sei alla ricerca di stimoli nuovi e di bellezza

Vorresti avvicinarti alla scrittura con uno spirito gioioso

Ti piacerebbe aprirti a nuove possibilità espressive e creative

Desideri incontrare persone a te affini in un clima privo di giudizio

Hai bisogno di metterti un po' in gioco e di fare qualcosa per te

Hai voglia di conoscere di più te stessa

Vuoi dedicarti uno spazio di calma e quiete, senza correre

 

Curated for You

View Gallery

Ecco il tema e i dettagli di questa edizione:

 

SCRIVERE DI SÉ

Ricordi, invenzioni e qualche bugia

Scrivere significa sempre scrivere di sé e al tempo stesso significa anche inventare, trasformare; un po’ come gli ingredienti per la marmellata che bollono e ribollono fino a quando non diventano qualcos’altro, pur rimanendo se stessi. Farsi la domanda: “La storia che hai scritto parla di te?” non ha senso, quindi, perché quando scriviamo parliamo sempre di noi. Al tempo stesso, rielaboriamo, selezioniamo, assembliamo – e questo rende le nostre storie completamente vere e completamente fasulle.

Qual è la verità della scrittura, allora? Mostrare chi siamo al di là di chi siamo, forse.

Questa l’idea da cui partiremo durante le due giornate insieme all’esplorazione della scrittura autobiografica, quella che inizia dal materiale più fragile e instabile di tutti: i ricordi. Il viaggio partirà da una breve immersione nella nostra biografia, per poi lavorare su com’è possibile rendere il personale universale attraverso la scrittura. Scopriremo che raccontare vuol sempre dire raccontare una storia, anche quando quella storia è la nostra: e quindi selezionare, scegliere. Metteremo strumenti pratici nella cassetta degli attrezzi in modo da poter scandagliare la nostra memoria più preparate e pronte. Lavoreremo su ciò che dimentichiamo e su ciò che ricordiamo (niente psicanalisi, tranquille!). Partiremo dall’infanzia, perché è lì che troviamo molti degli ingredienti fondamentali del gesto creativo: apertura, stupore, gioco, sensorialità, imitazione. Giocheremo con le fotografie di famiglia e sperimenteremo la tecnica del collage. Proveremo a maneggiare con cura frammenti di vita e a metterli insieme attraverso gli abiti che abbiamo indossato, il cibo che abbiamo assaggiato. Andremo a caccia di oggetti che parlino di noi. Se il tempo sarà bello usciremo nell’orto o passeggeremo tra i filari di vite. Alla fine, creeremo un albero che parli di chi siamo: con le parole, con le immagini e con tutto ciò che sta nel mezzo.

Quando ci saluteremo la nostra memoria sarà sempre fragile e frammentaria,

ma forse avremo trovato un modo per salvarla.

IL CORSO FA PER TE SE

Senti il bisogno di esplorare la tua creatività

Hai voglia di mettere in moto e sbloccare la scrittura

Vorresti scrivere di te e della tua storia (o delle storie di chi ti sta vicino) ma non sai da dove iniziare

Vuoi trovare un modo creativo di mettere in salvo ricordi e storie che ti stanno a cuore

COSA IMPARERAI

Come utilizzare il rapporto tra realtà e finzione

In che modo le storie che ci riguardano si trasformano quando le mettiamo su carta

Perché osservare le fasi della vita e della propria biografia può essere utile da un punto di vista narrativo

Perché scrivere di sé ci può aiutare a ricontattare la nostra creatività

Come il periodo dell’infanzia ci possa insegnare ad essere più creative

Come rendere universale qualcosa di personale

In che modo selezionare e scegliere il materiale da cui partire

Dove andare a trovare le storie più interessanti da raccontare

Come si può scrivere di sé a partire da semplici frammenti

In che modo liberarci dal blocco e dalla paura di scrivere

Orari

Sabato, dalle 9.30 alle 17.00

Domenica, dalle 9.30 alle 17.00

Come funziona il weekend?

Saremo ospiti a Casa Angiolina, un antico casale originale del 1750, ristrutturato e riadattato da Cristina come casa vacanze affacciata sulle Langhe piemontesi, in un’ottica attenta alla sostenibilità– tra filari di viti e sentieri da percorrere con calma, un castello all’orizzonte. Cristina ci accoglierà in queste stanze appartenenti alla sua famiglia da generazioni (dopotutto scriveremo di ricordi e di memoria!) e ci permetterà di abitarle per un intero weekend. Potremo godere degli spazi interni, del giardino terrazzato e fare qualche passeggiata nei dintorni.

Chi vuole può prenotare anche i due pranzi: 

una box picnic da godersi nel prato, in veranda o comodamente seduti a tavola.

Per chi vorrà, sarà possibile pernottare proprio a Casa Angiolina e godersi la zona anche di sera.

I posti disponibili per il pernottamento sono al massimo 5.

I bagni sono due (oltre a quello di servizio al pianterreno): sono completamente rinnovati ma mantengono lo spirito di una casa di famiglia, quindi potresti doverlo condividere.

Se ti fa piacere puoi anche prenotare un'abbondante colazione fatta in casa.

Chi invece preferisse tornare a casa potrà farlo comodamente.

Costi

Il costo è di 172 euro per le due giornate di workshop, sono esclusi eventuali pasti e pernottamento.

Se sei interessata  puoi segnalarmelo nella mail di prenotazione e sarà mia cura metterti in contatto con Cristina, con cui potrai prenotare la box picnic o la tua stanza con eventuale colazione.

Pranzo

Box picnic 30 euro

Pernottamento

Da 70 a 100 euro

Colazione 

15 euro

Casa Angiolina

Casa Angiolina è un casale originale del 1750, costruita per il sarto di corte della famiglia reale Savoia del Castello di Govone, Patrimonio Unesco.

 

Appartiene alla famiglia di Cristina da generazioni cresciute felici di godere della sua bellezza, restaurata nel rispetto della struttura originaria e arredata con mobili originali e suppellettili provenienti dal Castello.

 

Si trova in cima alla collina del castello Savoia e gode di una bellissima vista sui vigneti e noccioleti del Roero e delle Langhe; è immersa nel verde, tra i fiori del giardino e della pergola e le siepi di bosso antiche. C’è l’orto biologico, ci sono le erbe aromatiche e il frutteto che ti aspettano.

 

É a pochi minuti da Alba, Asti, Barbaresco, Barolo, un’ora dal Lago Maggiore e da Torino e un’ora e mezza da Milano.

Partecipanti
Il Bosco è un luogo di spazi ritrovati, di sussurri e torte condivise; per questo è importante che il gruppo di lavoro sia piccolo. I posti disponibili sono quindi limitati. 

Per avere maggiori informazioni o per prenotarti puoi scrivere a komorebiliberascuola@gmail.com

***

Nella mia comunicazione uso il femminile invece del maschile sovraesteso: significa che di solito lavoro con donne e fanciulle, ma se sei un uomo ovviamente sei il benvenuto anche tu!  

bottom of page